Guida prima della costruzione.

Prima di cominciare la costruzione della casa saremo costretti a intraprendere molte azioni mirate a garantire il buon andamento della stessa. Se non compiremo qualche formalità oppure prenderemo una cattiva decisione, questo potrà causare degli ostacoli per la costruzione o la sua sospensione, e quasi sempre provoca dei costi aggiuntivi. Per evitarlo presentiamo sotto alcune attività da non dimenticare durante le preparazioni alla costruzione di casa vostra:

  1. Comunicazione della costruzione nell’adeguato ufficio della regione – adeguato, cioè nel distretto territoriale all’interno del quale si trova il suolo. La comunicazione dovrebbe includere il progetto edile e il documento che conferma la proprietà del suolo.
  1. La scelta dell’azienda di costruzione. Possiamo scegliere una tra le tante opzioni gestionali della costruzione: il sistema “in economia”, cioè quando noi stessi provvederemo da soli a svolgere una parte dei lavori e ci prenderemo cura dell’acquisto dei materiali; il sistema contrattuale, cioè quando da soli compreremo i materiali e per le tappe individuali della costruzione assumeremo i successivi subappaltatori; il sistema dell’appaltatore principale, quando assumiamo un’azienda e le affidiamo tutta la costruzione della casa, con l’acquisto dei materiali incluso.
  1. Collegamento della corrente, del gas, della rete fognaria – una volta giunti alla tappa della consegna del permesso per la costruzione, erano obbligatorie le premesse assicuranti che al suolo saranno collegati tutti questi media. Oggigiorno le premesse non sono obbligatorie, ma durante la messa in funzione della casa gli impiegati controllano se l’edificio è collegato ai media.